mercoledì 7 maggio 2014

Il tempo di essere mamma...



Scrivo di notte e vado di fretta perché mia figlia potrebbe svegliarsi da un momento all'altro e cercarmi con la sua dolce disperazione, il desiderio di attaccarsi al seno e godere di quella calda e piacevole intimità che è solo nostra. Essere madre di due bambine ha cambiato radicalmente la mia vita, annaspo in cerca di tempo per poter fare le cose nel modo e nel tempo giusto, ma non ci riesco con la stessa naturalezza di qualche anno fa. Credere di poter far tutto è pura utopia, un'illusione realizzabile solo se sostenuti da terzi, quando si è soli a gestire casa, famiglia, lavoro si diventa funamboli in bilico sulla corda del tempo. Rubo del tempo al sonno per scrivere, e leggo mentre allatto, è l'unico modo che ho per poter portare avanti i miei progetti e per non abbandonare tutto quello in cui credo. Nel frattempo mi godo il mio essere madre, tutte quelle gioie, quei sorrisi, i giochi che riesco a fare (e che spesso inventiamo) con le mie bambine. Le fiabe della buona notte sono diventate un rito e il risveglio è una giostra di stridolini e sorrisi senza denti. 
Non vedo l'ora che arrivi l'estate, le giornate all'aperto, la possibilità di viaggiare e di andare al mare, in montagna, di fare escursioni con gli amici e di poter vedere crescere la felicità delle mie piccole attraverso la scoperta di nuovi luoghi e nuovi giochi.
Io tornerò a tratti ad aggiornare il mio blog a farvi sapere che ci sono e che sto bene.
Non mi spaventa lo stress o la vita "movimentata" da mamma, correre e cercare di far quadrare le cose è una condizione che si andrà modificandosi con il tempo e con il suo passare le cose cambieranno perché le mie bambine avranno esigenze diverse. Mi piacerebbe raccontarvi qualcosa di quello che accade nella mia casa, di come la meraviglia che luccica negli occhi delle mie figlie abbia aperto alcune porte che credevo di aver chiuso e di come la magia sia di nuovo entrata nella mia vita, facendomi venir voglia di portare a compimento progetti che pensavo seriamente di aver ormai abbandonato. 

Non potrò rileggere e correggere il post, spero non ci siano orrori... abbiate pietà di questi sproloqui notturni. Volevo solo farvi sapere che ci sono, che continuo a scrivere e che un nuovo progetto editoriale sta per vedere la luce! 
Appena potrò tornerò ad aggiornarvi sulle mie letture e sulle nuove collaborazioni dove potrete trovarmi quando qui sembrerà essere nato il deserto. 

Sempre in gamba cari lettori e a presto!

Nessun commento:

Posta un commento