domenica 15 dicembre 2013

L'onda scarlatta di Barbara Risoli


Il Corsaro Nero
TitoloL’onda scarlatta 
Autore: Barbara Risoli
Serie: //
Edito da: Barbara Risoli
Prezzo: 1,63 € formato Kindle
Genere:  Storico, sentimentale
Pagine: 274 p.




Trama
Ersilia Alves, duchessina di Cerbére, dalla bellezza disarmante, porta il segno di un destino crudele e a diciassette anni riemerge dal buio della propria esistenza, con il passo claudicante che ne screzia la perfezione. Astolfo des Chavaux, conte di Rennes, quarantenne impenitente e noto libertino, se ne prende cura per volere del padre, affrontando l’inattesa onda di sentimenti che lo travolgono. Feroz, misterioso e ultimo dei pirati, dall’abbigliamento barocco e dal volto celato, governa l’inquietante Onda Scarlatta, antico galeone dalle vele rosse come il sangue versato dai nemici dell’uomo. Sullo sfondo della Francia in fermento del 1789, con il re ostaggio del popolo e profondi mutamenti a mettere in pericolo un’intera classe sociale, s’intrecciano i destini di una donna con il buio dentro e un uomo senza identità. Quale segreto cela il pirata dalla piuma rossa? E quale forza nasconde il gioiello risorto di Cerbére? Colpi di scena, rivalità familiari e imprevisti cambiamenti danno il passo a un amore che saprà abbattere il dolore e aprire il cuore al futuro.

Recensione 

Barbara Risoli ancora una volta ci porta, attraverso una delle sue storie, nella Francia rivoluzionaria. Ersilia, giovane nobildonna, auto-esiliatasi dalla società dopo un incidente che le ha causato una menomazione, viene scaraventata letteralmente giù dal suo letto e dalla stanza dove si rifugia per tornare a vivere una vita degna di questo nome. A scuoterla, senza troppi convenevoli, è Astolfo, migliore amico del padre della ragazza, impertinente, spavaldo, libertino che osa quello che nessun altro ha mai fatto. Il cuore del lettore (compreso il mio!) prende il volo dinanzi a una possibile storia d'amore... ma... c'è un ma... quando si crede di aver capito tutto, spunta un altro uomo, uno di quelli che fanno battere il cuore per la lealtà che impiegano in una causa, valorosi e generosi. Ersilia imparerà ad amare e a credere in se stessa, attraverso un viaggio fisico e psicologico, legato profondamente al suo Io.

La Risoli ci propina una storia ricca di aggettivi, con un registro linguistico ricercato, dove i personaggi evolvono pagina dopo pagina attraverso rapporti interpersonali, e vivendo appieno l'aspetto socio-culturale dell'epoca, compreso la descrizione dettagliata degli ambienti (interni ed esterni). Nulla è lasciato al caso e quando si crede di aver capito qualcosa ne accade un'altra che lascia il lettore spiazzato. 

Ersilia è il perno della storia. La bellezza di questa ragazza sta proprio nel fatto che non è stereotipata come le solite eroine, ( a dire il vero non lo sono neanche gli altri personaggi) a volte la si ama, altre la si odia, altre volte la si vorrebbe bloccare o spronare... è umana e come tale ha un'identità sua, ben definita. 

E poi c'è la storia d'amore, con la Francia piegata al dolore della rivoluzione come sottofondo, che porterà il lettore a sognare e a interrogarsi...

I rapporti umani, soprattutto tra Ersilia e i suoi fratelli (così diversi tra di loro) e con i genitori, si impongono sulla scena per definire in maniera appropriata alcune scelte e soprattutto il carattere della ragazza e, in più va riconosciuto all'autrice l'abilità di saper tessere storie con vari fili conduttori, alla fine saranno tutti saldamente legati alla storia centrale senza toglierle nulla, anzi la impreziosiscono.

Un gran bel lavoro, scritto bene e intenso. Ancora una volta la Risoli non mi ha deluso!


L'autrice
Capitan Salgari
Barbara Risoli abbraccia vari generi quali il fantasy, la fantascienza e il genere storico-sentimentale. Ragioniera, sposata con un figlio, ama le cose insolite, è appassionata di mitologia greca e del periodo storico acheo-miceneo. Particolare la sua passione anche per il periodo relativo alla Rivoluzione Francese.
All’attivo ha La stirpe (Runde Taarn Edizioni), Il veleno del cuore (0111 Edizioni), L’errore di Cronos (Runde Taarn Edizioni).
La grazia del Fato è il sequel de L’errore di Cronos.

Nessun commento:

Posta un commento