giovedì 22 novembre 2012

Avvistamenti cartacei del genere giallo storico.

Volevo segnalarvi l'uscita di un romanzo dalla trama molto intrigante. Devo dire che all'inizio sono stata catturata dalla copertina e successivamente leggendo il sunto mi sono detta che le potenzialità per poter essere un buon romanzo ci sono tutte. Elementi differenti si mescolano in una Pisa surreale  in cui il XVII secolo viene vissuto attraverso  una linea temporale parallela alla nostra realtà in cui gli accadimenti storici subiscono delle lievi trasformazioni/deviazioni rispetto a come siamo abituati a conoscerli noi. Se poi a tutto ciò aggiungiamo che la protagonista vede i fantasmi e, questo suo "dono" le è stato conferito da un fulmine che l'ha colpita da bambina, capirete da voi che questo libro è un vero e proprio baule pieno di sorprese ... chissà magari potrà essere una soffitta piena di bauli ma, sta  a noi lettori scoprirlo ... 
L'autore, Marco Bertoli, è nato a Brescia, figlio unico, si è trasferito a Pisa per motivi di studi dove si è sposato diventando padre di splendide donzelle. Laureato in Scienze Geologiche trascorre il tempo libero dedicandosi alla  letteratura e alla scrittura.
Il suo racconto "Nulla d'indecoroso" farà parte della raccolta antologica "365 Storie d'amore" della Delos Book .
Vi lascio la scheda del romanzo e la biografia dell'autore: fateci un pensierino :)






Autore: Marco Bertoli
Lancio:  giallo storico tra Pisa e la Lunigiana
Anno di pubblicazione: 2012
Genere: Narrativa
Legatura: Brossura
Pagine: 360
ISBN: 978-88-6019-605-7
Prezzo di copertina: € 13,00
Sinossi. In un XVII secolo molto simile a quello vero, tra Pisa e la Lunigiana, Debrena Mori, primo siniscalco dell’ufficio indagini speciali dei reali moschettieri durante il regno di Ugolino V della Gherardesca, svolge con perizia e freddezza la propria funzione. Un tempo, però, era stata solo una giovane donna del popolo, cieca ma capace di vedere le anime dei defunti. Manfredi Gambacorti, colonnello dei reali moschettieri e Franco Gentilini, mago giudiziario, entrambi funzionari investigativi, indagano su una serie di indecifrabili suicidi e su un omicidio altrettanto misterioso... un giallo in costume dove la Storia si narra con rigore.
Marco Bertoli è nato a Brescia nel 1956 da genitori lunigianesi. Dopo aver vissuto vent’anni a Cesena, si è trasferito a Pisa dove si è laureato in Scienze Geologiche. Lavora come tecnico di laboratorio al Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa. Saggi di storia militare e gialli storici costituiscono le sue letture preferite.

4 commenti: