martedì 30 ottobre 2012

Top Ten Month (#1)


Top Ten Tuesday è una rubrica ideata dal blog The Broke and the Bookish. Ogni settimana viene proposto al pubblico di lettori un nuovo tema su cui basare una lista di 10 titoli. Io non essendo puntuale nel postare le rubriche, per vari motivi, ho deciso di partecipare ma  mensilmente come fa Cami, lei ha trasformato la Top Ten Tuesday in Top Ten Letterarie! L'ha personalizzata!  La  sua rubrica mi ha colpito fin da subito perché, forse, dico forse, mensilmente riuscirò a combinare qualcosa di buono anch'io!


Tema:


I luoghi del cuore. Viaggi della mente.  

Quante volte un luogo ci è caro, non perché ci siamo stati lì in vacanza o ci ricorda una persona cara ma, vi è stato ambientato uno dei nostri libri preferiti ?
E quante altre volte un luogo ci ricorda qualcosa di tragico o di effimero per lo stesso motivo ?






Un viaggio d'amore tra un professore inglese e la sua sposa ammalata, nei "luoghi del cuore" di lui, i posti che l'hanno visto crescere e che gli hanno lasciato impronte d'esistenza. Un romanzo che parla del dolore, della morte e della rinascita spirituale e umana di un uomo che era convinto di sapere tutto della vita, in sottofondo la campagna inglese con immagini e colori che non mi sarei aspettata. 

Viaggio in Inghilterra. Leonore Fleischer













Se pensiamo all'Australia  l'immaginario collettivo è l'oceano e    un numero indefinito di  surfisti. Quella che ci racconta Sally Morgan è un'Australia sepolta dal tempo, confusa, rubata alla Storia. E' l'Australia degli aborigeni, di coloro i quali vivevano in quel territorio prima che venisse colonizzato. Questo romanzo non è solo la biografia dell'autrice che, pagina dopo a pagina, va alla ricerca della sua identità sociale, culturale ed etnica ma,  è un viaggio meraviglioso verso sentieri isolati, deserti, dove l'uomo vive in simbiosi con la natura. 

La mia Australia. Sally Morgan 










Il miglior modo per "tramandare" se stessi e la propria storia è il racconto. E' così che si ereditano  i ricordi nella lunga tradizione africana, raccontando... Un'anziana donna dello Zimbabwe utilizza quest'espressione narrativa per comunicare con la figlia che ha deciso di trasferirsi all'estero. Una commovente lettera d'amore dove questa donna racconta della lotta dello Zimbabwe per l'indipendenza: il razzismo, la guerra, l'odio, i luoghi perduti, gli altri che hanno acquisito un nome diverso. L'Africa raccontata da chi l'ha vissuta in primo piano non solo nei territori inesplorati  ma anche nelle sue raffinatezze e ricchezze.

Zenzele. Lettere per mia figlia. J. Nozipo Maraire.









Century è una saga fantasy per ragazzi, ambientata  a Roma  che, vede protagonisti quattro ragazzi tutti nati il 29 febbraio e, finiti "per caso"  nello stesso hotel . Non  si conoscono eppure sin dall'inizio si percepisce che sono destinati a qualcosa di grande. In una Roma innevata, con il  Tevere dalle acque scure, i quattro si daranno a una lunga e forsennata corsa che li porterà a percorrere  la Città Santa in lungo e in largo. 
Si scopriranno cose di questo luogo che non tutti sanno. Soprattutto chi non ha  voluto o potuto conoscere Roma notturna, innevata, intrisa di mistero ne rimarrà affascinato per la capacità dell'autore di renderla  immortale e pericolosa.

Century. L'anello di fuoco. Baccalario. 









San Pietroburgo 1909. Marija nata in America fa ritorno in Russia, conosce Stepan, giovane rivoluzionario e se ne innamora perdutamente ma, si separano fin da subito. Lei viene ospitata da un lontano parente  del padre:Ivan, terribile, violento ma affascinante che cambierà profondamente la sua vita. Marija crescerà sfiorata e violata dalla rivoluzione in una Russia difficile e divisa tra rivoluzionari e aristocratici, tra il lusso più sfrenato e la fame. Pietroburgo in sottofondo con ambientazioni fiabesche. 

Ricordi D'Amore. Jacqueline Briskin.














In un villaggio della Cisgiordania una ragazzina di diciassette anni viene bruciata viva perché innamorata e incinta.   Il romanzo, autobiografico, racconta un percorso esistenziale difficile e dignitoso in cui Suad non solo deve vivere e sopravvivere alle sue ferite fisiche ma, anche all'abominio che si porta dentro.  Il romanzo inizia descrivendo un piccolo villaggio della Cisgiordania in cui la realtà è ben diversa da quella a cui noi, occidentali siamo abituati  ( almeno in questo secolo!)  quando una donna partorisce se mette al mondo una bambina la soffoca e la seppellisce nell'immediato  perché una bambina vale meno di una capra! Un romanzo scomodo, difficile, doloroso che si legge e si fa leggere ma  che richiede riflessioni e coraggio. Un territorio aspro, desolato, isolato che sembra appartenere ai nostri incubi peggiori. 

Suad. Bruciata Viva. 









Afganistan. Due donne che la vita mette contro, a confronto e che rende amiche, l'una la figlia e la madre dell'altra. La guerra, la fame, il dolore, la perdita e la bellezza di uno Stato che vuole rinascere che, pretende l'antico splendore che da sotto le macerie lascia esplodere un canto di libertà e di pace. Colori cangianti, spezie, profumi forti. Una cultura che merita di essere conosciuta.



Mille splendidi soli. Khaled Hosseini.
















Una Barcellona inquieta, ombrosa, buia, che mette agitazione, paura che raccoglie mistero e cospirazione.  1945 Barcellona è ferita, atterrita dalla guerra e dal franchismo. 
Il  giovane  Daniel  Sempere  si fa investigatore di una storia che merita di essere svelata ...


L'ombra del vento. Carlos Ruiz Zafon. 


















Una famiglia numerosa, strana e straordinaria. Il Cile, la Rivoluzione. Cinquant'anni di Storie e personaggi, spiriti e voci. Il sapore, il tatto, l'odore di una terra che partorisce fantasmi, leggende e canti in ogni dove. 


La casa degli spiriti. Isabel Allende.















Madrid i suoi sapori e colori. I rumori di una città ricca di fermento, pronta all'accoglienza. Giochi sentimentali, sfumature e ombre amalgamati con  stridii vibranti. La storia di un uomo inetto e abulico che cambierà se stesso in nome dell'amore, all'orizzonte il terrorismo dei nostri giorni ...


Parada Opera. Alessandro Marchi. 

















E i vostri "Luoghi del cuore"  o "Luoghi del terrore" conosciuti attraverso i libri?

Nessun commento:

Posta un commento