giovedì 30 agosto 2012

Fra breve splendide novità.




E' un periodo di riflessione e anche di lavoro. Sapete quei bivi che cambiano in modo radicale la vita dell'uomo? Ecco io mi sono trovata dinanzi ad esso per alcuni giorni, circa un mese direi. Ho così tanto riflettuto da non aver più nulla da riflettere, tanto mi sono sentita combattuta. Il mio conflitto, la mia sfida interiore. Eppure ce l'ho fatta! Eccomi qui, felice di aver risolto l'intrigato dilemma, di essermi fermata dinanzi al bivio, di aver "pensato", ho dormito anche tra la biforcazione con la speranza di ricevere una sorta di segnale luminoso (magari con cartello a caratteri cubitali!) ma alla fine ho dovuto capire da sola ciò che volevo. Adesso, come un viandante con sacco in spalla, mi sono incamminata verso il sentiero. Avrò quello che voglio? Chi lo dirà, non ho trovato sfere magiche in questo mese di riflessione ma, mi fido del mio sesto senso e anche della mia capacità di unire sogno e realtà! Sì perché anche se non bisogna mai abbandonare i propri sogni, bisogna lottare per realizzarli è anche vero che necessitiamo di mezzi per realizzarli e per vivere la nostra vita, quindi spesso si è alle prese con l'unire, impastare l'utile al dilettevole!


Per il resto vorrei farvi partecipi del fatto che da più di un mese ho pubblicato un racconto in una raccolta antologica con un gruppo di scrittori conosciuti su facebook. L'iniziativa l'ho trovata lodevole perché il ricavato delle vendite andrà ai terremotati dell'Emilia Romagna. In questi giorni vi darò più informazioni. Se avete voglia di leggere, leggete facendo del bene!

In più dal 10 Settembre inizierà la rubrica "Lo dico io per primo!" con un romanzo che fa gola a molti. E' un fantasy scritto a quattro mani ... ho già detto troppo!


Per il resto, ci aggiorneremo. Io finisco di godermi gli amici e parenti che quasi a turno hanno alternato questa splendida estate che da una parte mi ha dato frutti succosi (realizzando molti dei miei progetti!) dall'altra, per la prima volta in vita mia mi ha messo dinanzi a una realtà da me sconosciuta: anch'io soffro il caldo! Non mi era mai accaduto! Sono umana anch'io! E' duro constatarlo! D'estate mi sono sempre sentita una semi - dea, indistruttibile, le mie fragilità sono sempre emerse d'inverno, invece mi sono dovuta ricredere e in alcuni casi barricarmi in casa, per difendermi dall'impossibilità di respirare! Perché fuori si annaspa!

Ultimo favore: su facebook ho una pagina dedicata al mio romanzo "Libero arbitrio" vorrei farla crescere e raggiungere più persone. Mi aiutate con un click?



Vi abbraccio alla prossima :)



Nessun commento:

Posta un commento