martedì 10 aprile 2012

Due copie di "Amon saga" a chi risponderà correttamente alle domande di "Lo dico io per primo!"

Siamo al secondo appuntamento con "Lo dico io per primo!" la nuova rubrica di "Libero arbitrio blog". Devo ringraziare gli autori e gli editori che stanno aderendo e partecipando all'iniziativa con un entusiasmo contagioso. 

"Lo dico io per primo!" ospita in questa seconda edizione l'autrice Paola Boni che molti di voi già conoscono. E' una giovane autrice che ha esordito con "Angel Black" pubblicato con la 0111 Edizione e che ha fatto il grande salto grazie ad "Amon saga" due volumi pubblicati con la Casini editore.Ma andiamo con ordine:


Nata a Roma il 24 dicembre 1986 Paola Boni ha da sempre coltivato un grande amore per la letteratura, soprattutto del genere fantasy e fantastico. Grazie all'incontro "virtuale" con la Rice ed Hamilton, trasforma questa sua preferenza in una passione verso il genere vampiresco iniziando a capire che la sua "predisposizione" sia come lettrice e successivamente come scrittrice tendono al genere dark e paranormal romance.
Terminato il corso di scrittura creativa presso la Scuola Internazionale di Comics di Roma entra a far parte del gruppo Scrittori sommersi, con cui attualmente ancora collabora con l'obiettivo   di creare una rete di informazione e di sostegno per tutti gli autori esordienti ed emergenti italiani.
L'amore spasmodico per i libri l'hanno condotta nel 2008 a trasferirsi a Padova dove ha aperto la libreria "Lupo Rosso" che ha cambiato sede da meno di un anno presso Torino, diventando un vero e proprio centro di aggregazione  culturale specializzato in letteratura e oggettistica fantasy e horror.



La Boni ha pubblicato: 
  • "Black Angel" nel 2008 con la 0111 Edizione.
  • La saga di Amon : Amon 1 L'evocatore Casini Editore 2010 
  • Amon 2  La fine del sentiero Casini Editore 2011

Ha pubblicato numerosi racconti per riviste ed antologie.

Black Angel 



Trama 

Paola aveva sempre sentito di essere diversa. A dargliene conferma sarà Lucas, affascinante e potente Lord della comunità dei vampiri stabiliti da secoli nella città di Roma. Spaventata da quell'essere che le promette di svelare l'oscuro segreto che si cela in lei , Paola fa di tutto per resistere al desiderio che la spinge verso quest'essere così diverso dal resto dell'umanità...

Amon 1 L'evocatore 



Trama 

Daniel ha un potere orribile: riesce ad evocare creature dalla dimensione demoniaca . Durante un rito evoca a sé Baal, che inizia a perseguitarlo per riottenere i poteri perduti durante il passaggio avvenuto tra le diverse dimensioni. Diviso da sentimenti e sensazioni ambigue e contrastanti Daniel va alla ricerca di persone con poteri simili ai suoi ...

Amon 2 La fine del sentiero




Trama

Daniel deve scegliere se accettare il proprio destino o opporsi.Farsi coinvolgere o meno dalla perversa e arcaica lotta tra il bene contro il male ...

Amon tre L'apocalisse


Trama

Ora che Baal ha riacquistato i suoi poteri  riusciranno i druidi di tutto il mondo a fermarlo? E quale sarà il destino di Daniel ferito e in fin di vita ...

Intervista: 


Carissima Paola ti ringrazio per aver accettato l’invito di “Libero arbitrio blog” e soprattutto di aver messo a disposizione per la rubrica “Lo dico io per primo!” due romanzi della saga Amon.

Grazie a te per avermi coinvolta in questa divertente iniziativa.

  1. Puoi raccontare ai lettori di “Libero arbitrio blog” come vivi il tuo rapporto con la scrittura, come ha condizionato ( se l’ha fatto!) la tua vita, se pensi che abbia cambiato il tuo percorso e se ti richiede sacrifici?

1)     La scrittura è stata sempre un punto di riferimento per me e ha influenzato molte delle mie scelte di vita dal cambiare città per ben due volte all’aprire il Lupo Rosso, la libreria che attualmente gestisco a Torino con la mia cara amica Daze. Purtroppo come per ogni grande amore anche la scrittura mi richiede diversi sacrifici come rinunciare a parecchie ore di sonno o alle uscite con gli amici (soprattutto quando ho delle scadenze), ma più vado avanti più sono convinta che ne valga davvero la pena.


  1. Come e quando è iniziato il tuo percorso da scrittrice? E’ stato difficile come molti esordienti raccontano?


2)     Il mio percorso da scrittrice è iniziato con il gruppo degli Scrittori Sommersi con i quali abbiamo pubblicato due antologie e dato il via a una rete di supporto e reciproca collaborazione tra scrittori esordienti. Nel 2008 c’è stata poi la pubblicazione di “Black Angel” con la 0111 e poi ancora l’inizio della mia avventura con Amon. Devo dire che nel mio caso c’è stata una combinazione di testardaggine e fortuna nel trovare persone disposte a credere in me e nel mio lavoro, prima fra tutti Alda Teodorani, mia insegnante del corso di scrittura alla Scuola Internazionale di Comics, grazie alla quale sono riuscita a entrare in contatto con la Casini Editore e a dare il via al progetto “Amon”.
     

  1. Secondo la tua esperienza come scrittrice emergente pensi che un autore che pubblica con una piccola casa editrice potrà mai fare il grande salto a una casa editrice major?

3)     Penso che se un autore ha la volontà di crescere e cercare di migliorare costantemente la propria scrittura nonché una piccola dose di fortuna (che serve sempre) prima o poi l’occasione di sfondare arriva che sia con una major o con un editore medio/piccolo.    


  1. Quanto incide  la promozione nella riuscita di un romanzo?

4)     La promozione è fondamentale per un romanzo soprattutto se scritto da un autore emergente. Di sicuro il mezzo più adatto per promuovere la propria opera oggi è internet: sfruttando social network, blog e siti specializzati è possibile arrivare a farsi conoscere da un pubblico sempre più vasto e ottenere una visibilità che magari non si avrebbe sfruttando esclusivamente le librerie. Viviamo in un’epoca multimediale, abbiamo innumerevoli risorse per promuovere il nostro lavoro e vale la pena sfruttarle appieno. Ovviamente il fatto di avere un editore disposto a investire in promozione su di te vuol dire molto, ma penso che anche un esordiente, pubblicato da un piccolo editore, possa ritagliarsi il proprio spazio nel cuore dei lettori attraverso il web.


  1. Oltre ad essere scrittrice sei anche libraia secondo la tua esperienza sul campo ci spieghi perché mai molte librerie snobbano gli esordienti e gli emergenti non dandogli possibilità di presentare le proprie opere presso le loro librerie?

5)     Non credo che si possa parlare di “snobbare” gli esordienti o gli emergenti perché purtroppo i librai devono pensare soprattutto a una cosa: vendere. Siamo commercianti e dobbiamo puntare su ciò che vende di più, quindi a molti non interessa avere tra gli scaffali titoli che non garantiscono un effettivo guadagno anche se magari possono avere questi titoli in conto deposito. Personalmente ci tengo ad avere nel mio negozio autori esordienti o emergenti perché lo sono anch’io e sono convinta che sia giusto, nel mio piccolo, dare visibilità a chi come me insegue la sua passione per la scrittura però mi rendo conto che (scusate la brutalità) sono spesso gli autori più blasonati quelli che mi aiutano a pagare le bollette a fine mese.

  1. Black Angel è il tuo primo romanzo. Puoi dirci se avrà mai un seguito?

6)     Per quanto riguarda Black Angel più che un seguito di sicuro avrà una nuova edizione, riveduta e ampliata. Per adesso non c’è ancora niente di certo, ma presto tornerò a metterci le mani e a riproporlo agli editori.


  1. Com’è nato Amon saga? Come si evolverà?

7)     Il progetto legato ad Amon è nato quando, dopo un incontro alla sede della Casini mi è stato proposto di scrivere un romanzo che avesse come protagonista un evocatore di demoni, L’idea di base è nata praticamente subito, mentre rientravo a casa dall’incontro, poi però il mondo di Amon si è sviluppato a tal punto da estendersi ben oltre la prima trilogia di romanzi, arrivando a comprendere un fumetto, appendici extra onLine e prossimamente anche un gioco di ruolo e di carte. Per quanto riguarda la futura evoluzione della saga in cantiere ci sono molti progetti, i più importanti legati alla prossima uscita degli eBooks. Per ora però posso solo dire che saranno davvero delle grosse sorprese.


  1. Hai traslocato da poco da Padova a Torino dove la tua libreria “Lupo Rosso” è diventata un punto di riferimento per molti lettori e scrittori. Ci racconti cosa significa per te essere una libraia e come hai vissuto la fase del trasferimento?

8)     Per me essere una libraia vuol dire vivere dedicandomi completamente alla mia passione per i libri e avere l’occasione di imparare moltissimo da tutti gli autori che vengono al Lupo Rosso per una presentazione. Oltre che un posto di  lavoro per me, la mia libreria è infatti soprattutto un luogo dove posso costantemente crescere sia umanamente che come autrice. Per quanto riguarda il trasferimento, avevo già avuto modo di fare un grande cambiamento traslocando da Roma a Padova quindi non è stato poi così “traumatico” . Sono una persona a cui piacciono le sfide e anche se, ammetto, ero un po’ spaventata dal cambiamento, ero più che determinata ad affrontare la mia nuova avventura Torinese al massimo.


  1. Davvero il talento paga o è solo una mera illusione?

9)     Secondo me il talento paga quando c’è la determinazione e la volontà di impegnarsi al massimo per raggiungere i propri obbiettivi nonché la consapevolezza che non si è mai arrivati davvero. Se un autore coltiva il proprio talento senza pretese o arroganza sono certa che questo lo porterà lontano.


  1. In un’ Italia disastrata in cui la nostra generazione sembra andare allo sbaraglio e vivere in pieno precariato ci racconti i tuoi sogni e le tue speranze sul futuro? Il desiderio di credere ancora nei sogni è solo un’utopica illusione?

10)  Beh si può dire che io stia già vivendo il mio sogno: ho una libreria meravigliosa e un editore straordinario che crede fortemente nel mio lavoro e anche se le difficoltà sono molte sono forte dell’affetto di tanti lettori e persone a me care.
Oddio, non dico che la mia vita sia perfetta (ci sono giorni in cui vorrei poterla resettare completamente) però la mia speranza è di essere in futuro sempre degna di tutta la fortuna che ho avuto.
Col tempo ho imparato che i desideri, anche dopo che li hai realizzati, purtroppo richiedono fatica, sacrifici e a volte qualche lacrima, ma se ripenso alle sensazioni che provo dopo un’intensa nottata di scrittura o alla soddisfazione che mi lascia una bella presentazione letteraria al Lupo Rosso mi sento di poter dire che sì, vale davvero la pena credere ancora nei sogni.


La Boni ha messo a disposizione per "Libero arbitrio blog" una copia di Amon 1 e Amon  2 quindi il vincitore si aggiudicherà ben due copie rispondendo a tre domande. 
Quindi armatevi di tutti i cassetti della memoria stipati nella vostra mente, aprite le porte nei corridoi della vostra psiche,e andate nelle cantine e nelle soffitte della vostra memoria alla ricerca delle tre risposte che vi faranno vincere questa nuova sfida!

Regolamento


Quante volte avete sostenuto, anche con un certo orgoglio,  di conoscere perfettamente i libri letti? Che se solo qualcuno ve lo chiedesse sareste  capaci di recitare alcuni brani a memoria? Ricordate: vestiti, gesti importanti, personaggi di “passaggio”, quelli apparentemente  non necessari ai fini della trama, arredamenti, paesaggi, frasi detti in momenti  banali?  


E se vi fossero poste tre domande, sì! solo tre, sapreste davvero dare le risposte giuste? Sareste  capaci di mettervi alla prova e di rispondere per primi?

“Lo dico io per primo!” è la nuova rubrica di LIBERO ARBITRIO BLOG dove vi verranno poste tre domande a cui dare tre riposte secche, il primo che risponderà correttamente riceverà un romanzo messo a disposizione da editori o case editrici che hanno deciso di aderire all’iniziativa.


Per rendere la rubrica flessibile e più interessante oltre alla letteratura, ogni tanto, verranno poste domande anche su: film e series tv. Spesso un  buon lettore è anche un appassionato cinefilo e poi così sarà più divertente!
La flessibilità contraddistinguerà anche le modalità nel porgere il quesito che varierà in questo modo:

  • Sanno poste tre domande a cui dare tre risposte secche 
Oppure

  • Sarò io a dare tre indizi a cui voi dovrete dare il nome del libro o del film. 

Partecipare è facilissimo:




Basterà lasciare un commento su LIBERO ARBITRIO BLOG scrivendo il numero progressivo con cui si lascia il commento e subito dopo inviare una mail a liberoarbitriospinoff@yahoo.it, nel corpo della mail dovrete inserire il vostro numero progressivo, il vostro indirizzo mail e naturalmente le risposte.
Condividere l’evento sarà cosa gradita.
Una volta appurato il nome del vincitore, che sarà colui che darà per primo le risposte giuste, riporterò tutto su LIBERO ARBITRIO BLOG (compreso orario dell’invio della mail del vincitore, per evitare fraintendimenti). Ottenuto  l’indirizzo del vincitore il libro gli verrà spedito o dalla casa editrice o dall’editore in quest’ultimo caso otterrà anche dedica e autografo. 
Se dovesse esserci un parimerito, causa risposte esatte e stesso orario di invio della mail, verrà effettuato uno spareggio. Altre tre domande saranno poste esclusivamente ai due candidati vincitori: solo uno ne uscirà vincitore.
In  caso invece, nel momento in cui verranno posti  i tre indizi e nessuno riuscisse a dare una risposta esatta, darò ogni dieci giorni altri tre indizi fino a quando qualcuno tra i vari candidati indovinerà il nome del libro o del film.
Coloro i quali parteciperanno alla rubrica “Lo dico io per primo!” accetteranno le modalità riportate in questo regolamento.





Avete la possibilità di partecipare all'iniziativa da giorno 10 aprile fino alla mezzanotte di giorno 23 aprile.


Le tre domande riguardano:
Harry Potter e la pietra filosofale di J.K.Rowling.


E' il primo di una serie di sette romanzi scritti e ideati dalla scrittrice britannica J.K.Rowling che hanno come protagonista il giovane mago Harry Potter orfano di madre e di padre,  che scopre in maniera strana  di avere dei poteri magici. Destinato a sconfiggere il suo acerrimo nemico Voldemort, Harry imparerà a diventare un mago fuori dal comune insieme agli amici Ron ed Harmione.  Il libro ha riscontrato un successo mondiale tanto da vendere 120 milioni di copie in tutto il mondo.

L'autrice:


Scrittrice britannica la sua fama è legata alla serie dei romanzi di Harry Potter. La scrittrice ha mostrato una spiccata fantasia fin da bambina tanto da scrivere la sua prima fiaba a solo sei anni. 
Harry Potter è nato durante un periodo molto difficile della sua vita. Il primo romanzo della serie è stato rifiutato da ben tre case editrici prima di essere pubblicato da una  piccola casa editrice britannica. 
Ad oggi la Rowling è una delle donne più ricche del mondo.


Le tre domande:
  1. Per quale motivo Harry Potter si trovò ad andare allo zoo con la famiglia Dursley? 
  2. Che colore è la locomotiva a vapore "Espresso per Hogwarts"?
  3. Che oggetto utilizzò Harry per poter vedere tutta la sua famiglia?


Ecco le tre domande. Sono semplici non lamentatevi :)
Fatevi sotto e partecipate in tanti, ricordate che i libri in palio sono due :) 











5 commenti: