martedì 3 gennaio 2012

E ORA TOCCA A ME 4



NUOVA RECENSIONE. LINK DI RIFERIMENTO:
http://ilsovranolettore.splinder.com/post/23728880/le-mie-recensioni

LIBERO ARBITRIO
di
Caterina Armentano

RITRATTI DI DONNE
Davvero un bel romanzo, giustamente dosato, giustamente corposo, niente affatto buttato lì, ma colmo di precise e meticolose analisi interiori trasposte in azioni che giustificano i sentori. Ci troviamo davanti a una serie di ritratti di donne, di dolori inconfessati oppure palesi, di viltà e coraggio, di esperienza e ingenuità. Tutto viene mescolato con una superbia che sinceramente non mi aspettavo. Mi spiego: il genere non è dei miei preferiti (per chi ama le cose fuori dalle righe, la realtà è cosa meno gradita), ma mi ci sono appassionata a queste righe e ho maledetto la mia lentezza perchè volevo sapere, volevo capire, volevo comprendere. Questo libro potrebbe essere tranquillamente un invito alla riflessione per chi certe tematiche le prende sotto gamba e per chi queste cose purtroppo le vive. Il filo conduttore è la maternità con tutte le sue sfacettaturte. Ma sarebbe meglio dire 'la mancata matrenità', quel dolore sottile di sentirsi fuori posto e le reazioni differiscono per ogni donna protagonista di questo racconto appassionante.
L'uso della lingua lo trovo corretto e privo di frivolezze che in questo caso non sarebbero servite esattamente a nulla, dosato anche questo da parte di un'autrice che ha dato un saggio notevole del proprio stile e del proprio essere. Mi è piaciuta l'Armentano, giudizio pulito il mio perchè non ho voluto conoscrela più di tanto per poter stendere un commento privo di influenze. Adesso che so come scrive... purtroppo avrò sempre un occhio di riguardo per lei, perchè mi ha presa e non è cosa da poco.
Consigliatissima a un pubblico femminile, perchè secondo me l'uomo qui non ne esce proprio al meglio, ci sta, c'è, ma non è preponderante. Bello, semplicemente bello.
Scritto da caterinaarmenta alle ore 16:10 del giorno: martedì, 28 dicembre 2010

Nessun commento:

Posta un commento